Regimi agevolati – Regime forfettario

Se stai cercando un articolo che ti spieghi come aprire un’attività in regime fiscale agevolato forfettario e vivi in provincia di Roma nella zona di Civitavecchia, Allumiere, Bracciano, Anguillara Sabazia, questo è l’articolo fatto appositamente per te.

Accanto ai regimi fiscali di contabilità ordinaria o semplificata, esiste un nuovo regime forfettario.

Tale regime agevolato è stato introdotto nell’anno 2015 e rappresenta il regime fiscale naturale per i soggetti che ne hanno i requisiti. Ha queste caratteristiche principali:

  • durata illimitata finché sussistono i requisiti di accesso;
  • imposta sostitutiva unica pari al 15%;
  • limite dei ricavi variabile in funzione dell’attività;
  • non deducibilità dei costi, ma abbattimento forfettario del reddito sulla base di aliquote differenziate per tipologia di attività.

Ecco la tabella con tutti i limiti dei ricavi/compensi:

 

Descrizione Valore soglia dei
ricavi/compensi
Redditività
Industrie alimentari e delle bevande 45.000 40%
Commercio all’ingrosso e al dettaglio 50.000 40%
Commercio ambulante di prodotti alimentari e bevande 40.000 40%
Commercio ambulante di altri prodotti 30.000 54%
Costruzioni e attività immobiliari 25.000 86%
Intermediari del commercio 25.000 62%
Attività dei servizi di alloggio e di ristorazione 50.000 40%
Attività professionali, scientifiche, tecniche, sanitarie, di istruzione, servizi finanziari ed assicurativi 30.000 78%
Altre attività economiche 30.000 67%

E’ possibile associare a tale reddito anche redditi di lavoro dipendente/pensione, purchè nel rispetto di determinati limiti.

In merito all’aliquota di imposta, l’imposta sostitutiva unica con aliquota al 15% viene ridotta del 5% per i primi 5 anni di attività nel caso di nuove iniziative produttive.

Per beneficiare dell’aliquota ridotta è necessario dimostrare che l’attività che si avvia abbia il requisito della novità nel rispetto delle seguenti condizioni:

  • il contribuente non ha esercitato, nei 3 anni precedenti, attività artistica, professionale o d’impresa, anche in forma associata o familiare;
  • l’attività da esercitare non costituisce “mera prosecuzione” di altra attività precedentemente svolta sotto forma di lavoro dipendente o autonomo, escluso il caso in cui la stessa costituisca un periodo di pratica obbligatoria ai fini dell’esercizio dell’arte o professione;
  • gli aderenti al regime forfettario possono inoltre usufruire di un abbattimento nel pagamento dei contributi IVS (artigiani/commercianti) nella parte dei contributi minimali che sono di circa 3.600 euro anno. La riduzione corrisponde al 35% del minimo.

 

Per informazioni:
info@be-startuplazio.it

indietro-def

avanti-def