Igiene alimentare

Per aprire un’attività del settore alimentare in provincia di Roma, devi conoscere tutti gli aspetti normativi.

L’operatore del settore alimentare (OSA) è la persona fisica o giuridica responsabile dell’impresa alimentare.

L’impresa alimentare è il soggetto, pubblico o privato, che intenda svolgere con continuità e in modo organizzato un’attività connessa a qualsiasi fase della produzione, trasformazione, trasporto, magazzinaggio, somministrazione e vendita di alimenti.

L’OSA notifica alla ASL del territorio,  tutti gli stabilimenti sotto la sua responsabilità, ai fini della “registrazione”.

Quindi l’operatore del settore alimentare è un’impresa alimentare che può essere rappresentata da un titolare, da un legale rappresentante o da un loro delegato.

Con la notifica, cioè una dichiarazione sostitutiva di certificazioni e di atto di notorietà, il soggetto dichiara all’autorità competente di essere responsabile dell’esercizio dell’attività nel rispetto delle norme di igiene.

Scopri il nostro SIMULATORE per capire tutti gli obblighi e adempimenti.

Obblighi dell’Operatore del Settore Alimentare (OSA)
  1. Notifica sanitaria – MODULISTICA SIAN (Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione)
  • Prima dell’inizio dell’attività, l’Operatore del settore alimentare deve trasmettere la notifica al SUAP del Comune dove ha sede l’attività d’impresa, che a sua volta inoltrerà la comunicazione al Dipartimento di Prevenzione dell’Azienda per i Servizi Sanitari competente per territorio;
  • la variazione del legale rappresentante o titolare o delegato è soggetta a notifica con comunicazione attraverso apposita modulistica SIAN.
  1. Elaborazione del manuale HACCP
  • Obbligatorio per tutti gli operatori che a qualunque livello siano coinvolti nella filiera della produzione alimentare. L’HACCP – Hazard Analysis and Critical Control Points – è un sistema che consente di applicare l’autocontrollo in maniera razionale e organizzata. Il sistema HACCP è uno strumento teso ad aiutare gli OSA a conseguire un livello più elevato di sicurezza alimentare.
  1. Formazione del responsabile HACCP e del personale addetto alla manipolazione dei prodotti alimentari
  • Specifica – in relazione alla tipologia di attività svolta: gli argomenti trattati devono essere pertinenti all’attività dell’impresa alimentare e alle mansioni dell’OSA oggetto della formazione;
  • Permanente – previsti aggiornamenti con periodicità variabile.
Trasporto di alimenti

Tutte le attività di distribuzione di alimenti, compreso il trasporto di animali vivi, di prodotti della pesca, della caccia e di prodotti di origine vegetale, sono soggette alla normativa per il trasporto di alimenti.

Il trasporto è soggetto a notifica e registrazione solo quando si configura come attività principale (padroncini, autotrasportatori, auto-negozi).

In questi casi la notifica va presentata al Dipartimento di Prevenzione dell’Azienda per i servizi sanitari a cui fa riferimento. Alla stessa deve essere allegato l’elenco dei mezzi utilizzati, identificati tramite i dati previsti nel modello di notifica di nuova attività.

Le imprese dovranno comunicare ogni variazione dei dati identificativi dei mezzi, tramite una notifica di variazione nel caso del trasporto come attività principale o con una comunicazione nel caso del trasporto come attività secondaria.

È opportuno che l’OSA doti gli autisti di una copia della comunicazione dell’avvenuta registrazione nonché dei dati identificativi degli automezzi trasmessi all’Autorità competente.

Per tutti i servizi legati all’Igiene alimentare, casi ed esigenze particolari vanno approfonditi con personale qualificato.

Per informazioni:
info@be-startuplazio.it

indietro-def

avanti-def